Area Soci

www.memoria900.eu

Gli scopi


Vogliamo indagare i cambiamenti, le trasformazioni della nostra società veliterna, guardando alle trasformazione del XX secolo. Per una sintesi estrema, potremmo dire che è necessario AVERE MEMORIA PER ESSERE CONSAPEVOLI NEL PRESENTE, IN VISTA DI UN PROGETTO FUTURO. Il compito è quello di ricercare forme diverse che concorrano in vario modo alla costruzione della memoria e quindi dell’identità. Spesso ci interroghiamo infatti su quale sia l’identità collettivamente riconosciuta e condivisa della nostra comunità e quale consapevolezza diffusa delle trasformazioni storiche, sociali economiche, di costume, abbiamo.
La narrazione, la ricerca di documenti inediti anche di tipo privato e familiare come diari, appunti lettere, filmati per dare vita ad un archivio della memoria. La riscoperta di studi già condotti e rimasti inutilizzati per renderli fruibili a chi intendesse promuovere ricerche particolari. Non abbiamo la presunzione di crederci pionieri in questo tipo di lavoro; sappiamo che in passato appassionati ricercatori di storia locale hanno avuto il merito di portare alla luce storie dimenticate.

L’associazione intende indagare non soltanto le vicende belliche ma sta individuando, in un lavoro collettivo, altri filoni di ricerca. Citiamo quali possibili tracce da seguire, le trasformazioni in campo agricolo dall’occupazione delle terre alla fine degli anni ’40 nella lotta contro il latifondismo, fino alla connotazione oggi assunta dalle realtà contadine; il boom economico; le conquiste sociali; i movimenti delle donne e dei giovani,i mutamenti di costume; le esperienze in campo musicale, teatrale, letterari; le realtà cultural, la nascita dei cineforum e dei circoli culturali, la storia delle nostre scuole.
Nelle nostre ricerche, come metodo di lavoro, intendiamo garantire la coerenza rispetto al quadro di riferimento, la veridicità delle fonti documentali. Resta comunque il valore della testimonianza diretta laddove è possibile.

Verrebbe naturale e scontato affermare che i destinatari sono i giovani. In realtà più che vedere i giovani come destinatari di un progetto pensato e realizzato da chi non è più tanto giovane crediamo invece che vada costruita una sorta di saldatura tra generazioni diverse ricercando una condivisione sull’obiettivo, che è quello dichiarato in premessa. Pensiamo che questa sia la scommessa più difficile ma anche la più appassionante. La scuola può giocare un ruolo fondamentale e la presenza di molti docenti nell’associazione ci dice che ci sono condizioni favorevoli. Quindi destinatari siamo tutti noi senza escludere alcuno.
Siamo anche consapevoli che le modalità di coinvolgimento e di lavoro sono differenti per dato generazionale ma si può collaborare senza steccati pregiudiziali.

Memoria '900 per la vocazione che si è data intende aprire una interlocuzione con tutte le associazioni che sono interessate, per individuare insieme possibili collaborazioni, scambi, supporto reciproco nella realizzazione di progetti, iniziative varie. La volontà è quella di costruire, nel pieno rispetto delle scelte di ogni associazione, una sinergia positiva che possa collegare le molte esperienze culturale presenti a Velletri.